Pattern universo gray

Cloud Transformation

Google Cloud Console Billing Report

Google Cloud Console e controllo delle spese: usa Google Cloud Billing Reports


Chi utilizza le molteplici funzioni messe a disposizione da Google Cloud Platform (GCP), gestendole attraverso Google Cloud Console, sa quanto è importante controllare i vari costi per non sforare budget o perdere di vista le spese fatte.

Google Cloud Billing Reports è una funzione utile proprio per amministrare con semplicità il denaro investito sulla piattaforma, ma anche per capire quali sono i prodotti per cui si paga di più e i trend che si descrivono in determinati range di tempo.

Vediamo meglio come possono essere d’aiuto i rapporti di fatturazione.

Google Billing: costi sempre sotto controllo


Google Cloud ha rilasciato da qualche anno Google Cloud Billing Reports per visualizzare e analizzare in maniera immediata i costi di utilizzo dei progetti Google Cloud Platform.

I vantaggi introdotti da questo software sono evidenti, basta pensare che prima di esso era necessario esportare le voci di fatturazione su Google BigQuery e visualizzarle attraverso un report Data Studio.

Google Cloud Billing Reports è direttamente integrato nella Google Cloud Console e fornisce una nuova sezione in cui è possibile monitorare i costi a livello di progetto o di singolo servizio, per un periodo di tempo arbitrario.

Per utilizzare questo servizio digitale si deve accedere a Google Cloud Platform, tra le funzioni della consolle nella barra di navigazione di sinistra si trova la funzione Billing e posizionando il cursore su di essa si può cliccare la voce Reports tra le altre visibili nella tendina.

Il percorso punto per punto è il seguente:

Google Cloud Billing cosa permette di fare?


Questa funzionalità permette di valutare la storia di ogni progetto a livello economico e il corrispondente trend in modo più semplice e intuitivo.

Più nel dettaglio Google Cloud Billing Reports permette di:

Eseguito l’accesso come descritto nel paragrafo precedente, si possono applicare filtri nella pagina dei rapporti di fatturazione per ottenere un’analisi puntuale delle spese fatte.

Ad esempio, si possono definire periodi di tempo (ultimo mese, ultimi tre mesi, ultimo anno, ecc…) ed esaminare ogni singolo progetto con i relativi dettagli.

Per facilitare ulteriormente l’individuazione a colpo d’occhio delle spese, i dati sono evidenziati attraverso grafici con gli andamenti giorno per giorno.

Se vuoi approfondire questo argomento: guarda il video e scopri le funzionalità di Google Cloud Billing Reports.

Bicycle hype

Restiamo in contatto

Condividiamo il nostro entusiasmo, iscriviti alla mailing list

Iscriviti subito